• Mary Miha

🌺COME SI MODIFICA IL COLLO DELL'UTERO?🌺

La scorsa settimana ci eravamo lasciate parlando di #prodromi e oggi aggiungiamo un altro tassello...💪


Nella fisiologia il collo dell'utero al di fuori del evento #nascita misura circa 3 cm e ha la consistenza della punta del naso (quindi piuttosto denso!). All'interno contiene un canale detto "canale cervicale" (#cervice è un altro modo di chiamare il collo dell'utero), ripieno del tappo mucoso, un muco gelatinoso che protegge l'utero dall'ingresso di eventuali patogeni provenienti dalla vagina! Il collo dell'utero rappresenta dunque il corridoio "d'ingresso" (o di uscita 😉) verso il corpo dell'utero, la culla che accoglie il feto.


👉 Per permettere la nascita esso dovrà:

🌷diventare estremamente morbido

🌷si anteriorizzerà verso l'introito vaginale

🌷si appiattirà fino a diventare sottilissimo e soffice

🌷inizierà la sua dilatazione da "chiuso" alla dilatazione completa (10cm)


So che state aspettando la nozione più "succosa"🔥🔥🔥... a quanti centimetri la fase prodromica diviene fase dilatante del #travaglioattivo? 👉La diagnosi di travaglio di parto non si fonda esclusivamente sulla dilatazione (come abbiamo appena visto, non è l'unico parametro di modificazione della cervice!), ma prende in considerazione la dinamica delle contrazioni uterine, la posizione della testa del bambino, segnali di travaglio "materni"...una giostra di fattori complessi che insieme guidano l'operatore nella #diagnosiditravaglio e che attualmente (stando a numerose linee guida scientifiche attuali) si individua tra i 4-6 cm di dilatazione.🔥

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti